Rimane qualcosa
in ognuno di noi
di chi se ne va prima.
Non tanto il modo
di vedere o sentire
ma granelli di vita
a forma di luce chiara,
faville di ricordi
a dirci che un tempo
ancora verrà
per libere discese
in bicicletta,senza mani.
In vero  come potremmo,
lungo l’impervio sentiero
a strapiombo sul mare,
compiere ogni giorno
tutti quei passi asssurdi
se come altri anche tu,
divenuto stella splendente
dentro la notte nera
non seminassi lucciole
al nostro inquieto passare.

http://www.nunziabusi.it